Lui e il suo cuore

Stava seduto e osservava le gocce di pioggia scorrere lungo il vetro, dalla cima fino in fondo.
Ne seguiva il percorso con il dito, sfiorando la fredda superficie davanti a sé con delicatezza, come quando le aveva accarezzato il viso per la prima volta. Era però già da un po’ che si sentiva confuso e tormentato: aveva bisogno di confrontarsi con qualcuno.
Ma era consapevole del fatto che, una volta accennato l’argomento, non avrebbe più avuto coraggio di proseguire: le parole si sarebbero rifiutate di uscire, come già era accaduto molte volte. Così decise di riflettere da solo. Con se stesso, ma ad alta voce. Forse si sarebbe chiarito le idee.
Senti, è inutile continuare a fingere. Ammettilo: a te dei suoi sentimenti non te ne frega niente.
Non è vero, sì che mi importa. Almeno credo.
Ecco, vedi: non lo sai nemmeno tu! Invece te lo dico io: non ti importa. Ma è meglio: ti divertirai di più.
Vorrei capisse che non è solo il suo corpo a essere speciale, per me.
Stai scherzando? Ma è ovvio che è solo quello che a uno interessa!
E invece credo che per me valga proprio lei, così com’è, tutta intera.
Tutta intera?
Nei suoi pregi e nei suoi difetti.
Ah ah! Nei suoi pregi e nei suoi difetti! Che pensierino edificante! Finiscila!
Sì. L’ho capito fin dalla prima volta in cui l’ho guardata negli occhi.
Quindi appena l’hai conosciuta hai pensato: ‘Ma che ragazza superba e permalosa, mi piace!!
Forse non proprio dalla prima volta. Però adesso che la conosco bene sì!
Non continuare a prenderti in giro, ammetti che quello che ti piace è usarla, come un oggetto…
Addirittura! Esagerato…
E perché? Lo facciamo tutti, è normale! Pensa a tutti quelli che si vendono, mica si sentono feriti per questo!
Magari è l’unica possibilità che hanno, non possono opporsi.
Non cambiare discorso. Voglio dire che non tutti si fanno così tanti problemi come te.
Non penso che lei mi stia chiedendo di trattarla come un oggetto.
Senti, fai come vuoi: se vuoi complicarti la vita fai pure, non sarò certo io a fermarti.
Comunque adesso ho le idee più chiare: non voglio usarla. Voglio che si senta rispettata. Voglio che capisca di essere unica, speciale, così come è.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.